Home page
Mappa locale
Istruzioni

Version française
English version
Immagine più grande

Croce Rossa

   

Collegamenti disponibili:
Albaron di Savoia
Cima Autour
Colle Valletta
Monte Lera cima orientale
Punta Lucellina
Punta Sulè
Rocca Turo
Rocciamelone
Torre d'Ovarda
Uja di Ciamarella

08/09/2007. Quota m 3566. Testo e foto di Andrea Castagno.
Una delle più alte cime escursionistiche delle Alpi Occidentali, da affrontare a tarda stagione quando anche gli ultimi nevai si sono sciolti. Non presenta particolari difficoltà, anche se gli ultimi metri richiedono attenzione perché ripidi e su terreno instabile.
Da Usseglio si imbocca la strada (in teoria sarebbe strada privata dell’Enel) del Lago dietro la torre, nel vallone d’Arnas . In prossimità dell’Alpe Arnas inizia il sentiero (cartello) per il Rifugio Cibrario, ottimo punto d’appoggio volendo salire la cima in due giorni.
Si percorre fedelmente il sentiero, ben segnato fino al Rifugio. Si continua a monte di esso, seguendo le indicazioni per il Colle della Valletta, toccando dopo una ripida rampa il bel Lago Peraciaval. L’ultimo tratto prima del colle diventa detritico e di sfasciumi, tuttavia facile.
Raggiunto il colle si segue una traccia di sentiero tra i massi sulla destra, che leggermente in ascesa si porta alla base di un canalino detritico, lungo il quale la traccia prosegue, più faticosa. E’ questo il punto che richiede maggiore attenzione. Usciti dal canale il terreno benché friabile si fa un po’ meno ripido e più stabile, ormai la croce di vetta è sopra la nostra testa, si punta alla cresta immediatamente alla destra della croce e da qui pochi metri alla vetta.
La visuale è davvero a 360°. Se si vuol salire in giornata bisogna mettere in preventivo circa 2000 m. di dislivello e dalle 4 alle 6 ore di salita in base alle proprie capacità.