Home page
Mappa locale
Istruzioni

Version française
English version
Immagine più grande

Grande Sassière

   

Collegamenti disponibili:
Aiguille Pers
Becca di Traversiere
Gran Paradiso
Monte Taou Blanc

22/09/2007. Quota m 3747. Testo e foto di Andrea Castagno.
La cima escursionistica più alta delle Alpi, questo dovrebbe invogliare qualsiasi appassionato ad andarci almeno una volta. Data la considerevole quota ovviamente il panorama è esteso e spazia dal Delfinato, alle vicine cime della Vanoise e della Valle dell’Arc, oltre che alla val d’Aosta: spettacolo a 360°!
Raggiungere la cima non è particolarmente difficile, anche se non banale, soprattutto per il tipo di roccia molto friabile. Il periodo consigliato è fine stagione (agosto settembre) quando cioè la neve sul pendio finale dovrebbe essere sciolta; il consiglio è comunque di avere sempre i ramponi con sé.
Raggiunta la diga di La Saut (il bivio si trova poco oltre val d’Isere prima del bivio per Tignes), si sale a sinistra su tracce risalendo il pendio erboso, verso il Plan de la Casette. Con un traverso si aggira la dorsale che scende dalla cima passando sul versante opposto, per poi guadagnare la dorsale. Si segue l’ampia cresta fino a che questa oppone dei passaggi rocciosi, il sentiero prosegue sul lato nord a mezza costa, sempre ben segnalato, e con qualche passaggio di facile arrampicata (I grado) si arriva ad un ampia sella detritica. Qui si sale più faticosamente su sfasciumi, talvolta dovendo appoggiare le mani, per superare uno sbarramento roccioso (passaggi di I°), per guadagnare la base del ghiacciaio.
Un tratto quasi pianeggiante porta alla base del pendio finale, decisamente ripido. Si alternano tratti comodi e ampi a passaggi un po’ più insidiosi e scoscesi (sempre sul lato del ghiacciaio), aggirati gli ultimi ostacoli si giunge all’ultimo tratto del pendio, semplice ed ampio anche se di friabili detriti, fino a giungere alla vetta.