Home page
Mappa locale
Istruzioni

Version française
English version
Immagine più grande

Monte Lera cima orientale

   

Collegamenti disponibili:
Cima Autour
Colle Croce di Ferro
Colle Valletta
Croce Rossa
Grand'Uia
Monte Lera cima centrale
Monte Palon
Punta di Pietramorta
Punta Lucellina
Punta Lunella
Punta Sulè
Rocciamelone
Torre d'Ovarda

27/08/2006. Quota m 3355. Testo e foto di Claudio Varesio.
Il Monte Lera è formato da tre distinte guglie: quella orientale, la più elevata (3355 m), con in cima una statua della Madonna, quella centrale (3322 m) e quella occidentale (3337 m).
La cima più importante e significativa è quella orientale, con ottimo panorama sulle cime più importanti delle Valli di Lanzo e in lontananza sulle vette della Vanoise e del Delfinato. Più sotto sono evidenti il Rifugio Cibrario e più lontano la diga del Lago della Rossa. I primi salitori furono Baretti e l'ussegliese Cibrario Vulpot il 15 settembre del 1873.
La via normale parte dal lago di Malciaussia risalendo con ampi tornanti i ripidi pendii erbosi. Si abbandonandona il sentiero che, a sinistra, va al colle Spiol, e si procede seguendo traccia e ometti attraverso il Vallone dei Sulé. Si superano alcune conche tra nevai e sfasciume, passando a sinistra della cima Testa Nera (3080 m), e si punta ad un colletto sito tra la Punta Centrale e la Punta Orientale. Dal colletto seguire la cresta Ovest, non difficile ma esposta, superando i punti più ostici sul versante S.
Altre fotografie della salita sono disponibili sul sito http://cvaresio.interfree.it/P/Alp/Lera/index.html.