Home page
Mappa locale
Istruzioni

Version française
English version
Immagine più grande

Monte Manzol

   

Collegamenti disponibili:
Punta Agugliassa
Punta Sea Bianca

19/07/2009. Quota m 2933. Testo e foto di Carlo Garetto.
Dal rifugio Barbara Lowrie, collocato dove termina la strada del vallone dei Carbonieri, si attraversa il torrente dirigendosi alle Grange del Pis dove si incontra il sentierino segnalato con tacche di vernice gialla (percorso dalla corsa Tre Rifugi) che si dirige a sud attraverso prati rigogliosi.
Ben presto la traccia volge a destra per risalire con una lunga serie di stretti tornanti un ripido pendio erboso-detritico che permette di superare l'alta bastionata rocciosa che chiude il vallone verso sud. Giunti al culmine dello "scalino", il sentiero torna a dirigersi verso sud con pendenza più moderata, fino ad un risalto erboso su cui è collocata una piccola lapide. segue un tratto in leggera discesa per poi riprendere a salire gradualmente. Giunti alle pietraie, si incontra un bivio: lasciato a sinistra il sentierino verso il colle Armoine, si prosegue a destra inoltrandosi in un valloncello detritico e nevoso fino a tarda stagione che porta alla base del ripidissimo canalone culminante con il colle Manzol. Una traccia risale a risvolte i detriti del canalone fin verso la sommità, dove piega a sinistra per evitare la fascia rocciosa terminale e raggiungere l'ampia depressione del colle Manzol, situato tra il monte omonimo a il Monte Meidassa. Dal valico si seguono le tracce di sentiero e gli ometti di pietra che rimontano per breve tratto la cresta Nord, per poi compiere una lunga traversata a destra e portarsi così sul versante ovest della montagna, sulla verticale della cima. Si rimonta il pendio detritico raggiungendo così la croce di vetta. E' anche possibile seguire integralmente (o con brevi spostamenti a sinistra) la cresta Nord, che tuttavia presenta salti rocciosi da superare in arrampicata.