Home page
Mappa locale
Istruzioni

Version française
English version
Immagine più grande

Monte Morefreddo

   

Collegamenti disponibili:
Monte Albergian
Monte Banchetta
Rognosa del Sestriere

14/01/2007. Quota m 2769. Testo e foto di Andrea Castagno.
Il Monte Morefreddo, bel panettone erboso sulla cui sommità sono presenti delle casermette militari, è la seconda cima (dopo il Clot della Soma) significativa della catena spartiacque tra la Val Troncea e il vallone del Gran Miuls e del Vallone di Massello.
L’itinerario si salita più agevole parte dalla frazione di Pragelato Pattemouche. Per due chilometri si segue la strada sterrata che risale la Val Troncea, e superato Laval, si incontra un sentiero sulla sinistra per le Grange Seytes e il Morefreddo. Da qui in avanti è impossibile perdersi poiché sono presenti infiniti cartelli lungo il percorso, che si snoda prima in un fitto bosco fino alla radura dove si trovano i ruderi di Seytes. Si ritorna nel bosco dove è facile incontrare diverse specie di animali, caprioli, gatti selvatici, cervi, camosci pernici, contornando le pendici del modesto rilievo del Bric del Cucuc, dove la vegetazione è solo più erbosa. Si continua a seguire la traccia che con serpentine sale faticosamente lungo la dorsale fino a raggiungere la cima. Mentre il panorama verso sud-est è limitato dall’imponente Monte Ruetas, è notevole la vista sulle cime della valle Argentera, dal Banchetta alla Rognosa del Sestriere al Platasse. Verso nord si ha ampia visuale sulla Fea nera sul Gran Miuls e sul più lontano Albergian. Verso Ovest invece di vedono le cime spartiacque tra Val Chisone-Valle di Susa, dal Fraiteve al Genevris al Moucrons.