Home page
Mappa locale
Istruzioni

Version française
English version
Immagine più grande

Punta Trois Scies

   

Collegamenti disponibili:
Arrivo seggiovia Chalvet
Col de Lauze
Croce del Vallonetto
La Punta
Monte Chaberton
Monte Fraiteve
Punta Dormillouse
Punta Trois Scies anticima sud
Rochers Charniers

18/08/2008. Quota m 3033. Testo e foto di Andrea Castagno.
Cima poco conosciuta e poco frequentata, costituita da tre denti distinti (da cui deriva il nome). Si trova nel vallon des Baisses, e fa da contrafforte al ben più conosciuto Chaberton. Per raggiungerla si segue il sentiero che parte dal Monginevro nei pressi del Village du Soleil e arriva al Colle dello Chaberton senza alcuna difficoltà. Dal colle invece di proseguire a destra per lo Chaberton, ci si dirige a sinistra raggiungendo una casermetta che si trova sotto un ripido pendio di sfasciumi. Da qui si risale pressoché in linea verticale, cercando i punti di minore pendenza, la dorsale di sfasciumi tenendosi poco sotto la cresta che si affaccia su Fenils. Quando si raggiungono delle rocce che ostacolano la via, ci si dirige nettamente a sinistra in piano puntando alla cresta che proviene dal vallon des Baisses. Giunti qui il percorso si fa più evidente e meno faticoso; si incontra anche una vecchia traccia con rari ometti che segue l’ampia cresta di fini detriti e conduce al primo dente, considerato la cima escursionistica, tramite una fascia di rocce di più grandi dimensioni (ma senza difficoltà).
Per raggiungere il secondo dente, la vera e propria cima, più alto di pochi metri, si deve scendere ad un colletto per sfasciumi (insidioso in caso di neve o verglas). Giunti alla base del dente, si risale con passi di facile arrampicata talvolta leggermente esposta, su roccia non molto stabile (F). Dalla cima verso sud si vede l’imponente Chaberton con sullo sfondo l’inconfondibile Pic de Rochebrune, mentre voltandosi verso nord si scorgono le vicine Rochers Charniers e Chalance Ronde. Verso Ovest si notano le cime del Vallone des Baisses, la Lauzin la Dormillouse fino allo Chalvet.

Un itinerario più vario e impegnativo per raggiungere la cima è la traversata provenendo dalla Chalance Ronde – Rochers Charniers attraverso il Passo dell’Asino. Dalla Rochers Charniers si scende nel vasto altopiano sottostante, e ci si dirige in prossimità della cresta verso la Trois Scies. Si alternano tratti di facile camminata, ad altri più impegnativi tra roccette, rese insidiose dalla grande quantità di detriti mobili e dalle scomode cenge sospese sopra i canaloni che precipitano sul vallone del Col des Trois Freres Mineurs. Il punto chiave è un saltino di roccia (II) da percorrere in discesa e poi la seguente risalita alla cima, tramite una placca liscia ma questa volta ben solida. Dalla cima si prosegue con percorso più facile fino al dente verso lo Chaberton (cima escursionistica) e da qui si percorrono i ghiaioni che portano alle casermette del Colle dello Chaberton.