Home page
Mappa locale
Istruzioni

Version française
English version
Immagine più grande

Râteau cima ovest

   

Collegamenti disponibili:
L'Aiguillon
le Signal de la Grave
Pic Blanc du Galibier
Pic du Mas de la Grave
Plateau d'Emparis

04/08/2009. Quota m 3769. Testo e foto di Giacomo Beldrighi.
Il Râteau fa parte della cresta spartiacque tra Romanche e Vénéon; costituisce insieme alla Meije l'imponente muraglia di superbe cime che sovrastano La Grave: uno dei panorami più noti dell'Oisans.
Il Rateau "rastrello" deve il suo nome all'aspetto che presenta visto da La Grave, quello di una cresta dentellata che assomiglia appunto ad un rastrello.
La cima Ovest, ad una delle estremità della cresta, è rapidamente accessibile con un dislivello modesto grazie alla Téléphérique des Glaciers de la Meije, che da La Grave porta ai 3200 m della Gare des Ruillans. La facilità d'accesso e quindi l'impegno ridotto rendono la via normale, di difficoltà PD, molto frequentata. Resta comunque un itinerario a carattere alpinistico da non sottovalutare.

Dall'arrivo della teleferica al Col des Ruillans ci si dirige verso sud attraversando il Glacier de la Girose, poi si sale in direzione del Col de la Girose, aggirando una zona di seracchi normalmente sulla destra. Poco sotto il Col de la Girose si piega verso sinistra (Est) e si risale un pendio di neve a forma di triangolo fino alla base delle rocce della cresta. Per un primo facile camino ci si porta sul filo di cresta, che si segue poi con divertente arrampicata superando due risalti verticali di 25 m (III grado), fino alla vetta. I due risalti si possono evitare sulla destra/sud (II).
In discesa, con due doppie da 25m (varie buone soste presenti) ci si riporta alla base dei risalti; è possibile evitare le doppie disarrampicando (cautela) sul versante sud (II).
Dalla vetta il panorama è eccellente sulla parte Nord e Ovest del Massiccio degli Ecrins, e verso Nord la vista può spaziare liberamente fino al Monte Bianco.